AZLYRICS - Song Lyrics

More than 1.500.000 lyrics From A to Z



https://lyrics.az/benni/-/tranquillity-rain.html Benni - Tranquillity Rain lyrics


[Verse 1: John Princekin]
Pioggia continua, era una pioggia perenne sulle nostre antenne
Una pioggia scura e fumante
Tosava i prati come una cesoia, perennemente battente
In ogni istante, in ogni punto dell'atlante
Abbondante flagello sulla vita di ogni abitante
A volte zitta e fina, a volta fitta e pesante
Come fosse scritta per qualche gigante
Come fosse chissà quale metallo pesante
Come un colpo di Winchester
Diserbate quella forma di vita terrestre
Infestante, quella grondante che scende massacrando
Quella martellante che ti pare di stare nuotando
E sbiadiva perfino le piante e bucava il fango
Tagliente, tambureggiante, logorante
Incessante, prorompente, pioggia sempre

[Bridge]
Guardatemi
Mentre sbatto sulle construzioni inutili
Sui ponti bombardati che vi uniscono
In un abbraccio di chilometri
Dalle vette appuntite dei pensieri che sfidano
Il cielo blindato e svaniscono
Dalle palpebre dei secoli pianti
Lanciando radici di fulmini e lampi
Originati dallo scorrere incessante della vita che ride davanti

[Hook: John Princekin] (x2)
Entra a fare parte di voi
Quando piove fuori piove dentro perché è parte di noi
È una voce che strilla, distilla il solcato
È una luce che brilla, ma non filtra dall'altro

[Lyrics from: http://www.lyrics.az/benni/-/tranquillity-rain.html]
[Verse 2: Benni]
Pioggia non mentirmi mai, specialmente quando cado
Specialmente quando scavo dentro, quando rallento
Quando sento la faccia che si lacera sopra il cemento
Quando mi spengo, quando respiro a stento
Anni luce chiusi in gocce che si infrangono per strada
Non m'importa della forma dell'acqua, basta che cada
Che sia ghiaccio che mi bruci come lava
Te la ricordi quanto urlava? Mentre cadeva ci tagliava
Sembrava la giusta fine al lieto fine di ogni fiaba
[?] di ferro sulla pelle che entrava
Picchiava forte sulla Terra dei cloni
Sull'oceano delle delusioni, sulle pressioni di ogni umano
Sul lato inconscio che non conosciamo
Sul meglio di noi stessi quando lo dimentichiamo
Come il miracolo di certe sere
Con uno spettacolo che non ti abitui mai a vedere

[Bridge]
Guardatemi
Mentre sbatto sulle construzioni inutili
Sui ponti bombardati che vi uniscono
In un abbraccio di chilometri
Dalle vette appuntite dei pensieri che sfidano
Il cielo blindato e svaniscono
Dalle palpebre dei secoli pianti
Lanciando radici di fulmini e lampi
Originati dallo scorrere incessante della vita che ride davanti

[Hook: John Princekin] (x4)
Entra a fare parte di voi
Quando piove fuori piove dentro perché è parte di noi
È una voce che strilla, distilla il solcato
È una luce che brilla, ma non filtra dall'altro



A B C D E F


G H I J K L


M N O P Q R


S T U V W X


Y Z #


© 2016-2017 AZLYRICS All Rights Reserved. VPS Hosting in Europe and USA provided by www.adelinahost.com.

Our Friends:

https://lyrics.az

AZLYRICS.COM.AZ